fbpx

Capaccio-Paestum- Agropoli- Padula  

Tour delle Chiese

Tra gusto e cultura: borghi, storia, folklore, tradizioni…

Capaccio-Paestum- Agropoli- Padula  

Tour delle Chiese

Perché questo Viaggio: 
Per conoscere e visitare una delle regioni più belle d’Italia. Per scoprire posti unici e tradizioni millenarie. Per visitare i siti
archeologici più belli al mondo 

Programma:

1°GIORNO: arrivo a Paestum, “La Magna Graecia” 

Trasferimento e arrivo in hotel-cena- serata libera- pernottamento 

2°GIORNO: Capaccio 

Prima colazione in hotel- partenza per Capaccio- visita alla chiesa di San Pietro Apostolo- visita del paese- proseguimento per la visita al Santuario del Getsemani, pranzo presso il refettorio- lungo la strada del ritorno visita al Santuario della Madonna del Granato- rientro in hotel- cena- serata libera-pernottamento 

3°GIORNO: Paestum tra storia e culto, Agropoli la porta del Cilento 

Prima colazione in hotel- visita all’area archeologica e al museo di Paestum- Visita alla Basilica Paleocristiana– proseguimento per la visita ad un azienda casearia, luogo di produzione di un’eccellenza gastronomica conosciuta a livello mondiale: la mozzarella di bufala campana altrimenti detta “oro bianco”- pranzo con prodotti tipici- proseguimento per AGROPOLI visita della cittadina- a piedi si raggiungerà la chiea della Madonna di Costantinopoli- passeggiata nel centro storico- rientro in hotel- cena- serta libera- pernottamento 

4°GIORNO: Padula, la Certosa più bella d’Europa 

Prima colazione in hotel- partenza per Padula e visita alla Certosa- pranzo- rientro in hotel- cena- serata libera- pernottamento. 

5°GIORNO: Rientro 

Prima colazione in hotel- partenza per il rientro in sede, come da programma stabilito 

N.B. le visite previste potranno essere invertite tra i vari giorni in funzione degli orari di apertura dei musei o per esigenze tecniche, ma il programma rimane invariato.

Momenti Salienti

Capaccio

Incastonato nel centro del Cilento, il quartiere collinare di Capaccio rappresenta un vero e  proprio rifugio per l’anima. Tra le cose da vedere Capaccio va nominata la Chiesa di San Pietro Apostolo, la chiesa ottenne il nome attuale a metà XIX secolo, quando vi fu trasferita la sede della parrocchia a causa del crollo dell’originaria chiesa di San Pietro, situata sul monte  Calpazio. L’interno a due navate conserva un pregevole crocifisso stilizzato e un notevole maggiore barocco, ricco di marmi colorati provenienti dal Guatemala, Da Verona, dalla Sicilia e da Carrara. Nella chiesa sono sepolti due vescovi di Capaccio: Lello Morello, la cui lapide sepolcrale si trova nella cappella interna della Madonna del Carmine, e Agostino Odoardi, il cui monumento funebre è collocato accanto all’uscita. Nel Piazzale di fronte alla chiesa è posizionata una croce votiva, con lo stemma del comune scolpito sulla base. 

Getsemani

Il Santuario del Getsemani si trova vicino Capaccio sul monte Calpazio, in posizione panoramica. Il complesso religioso sorge sulla collina, tra uliveti profumati e fu costruito in onore di Gesù che prega nell’orto degli ulivi. Fu fondato nel 1959 dal Prof Luigi Gedda, Ispirato dalla natura e desideroso di creare un centro di spiritualità per le chiese del mezzogiorno d’Italia. L’ingresso sul laterale, si apre in una grande sala circolare dove, si può ammirare il fascino della statua di marmo che raffigura Gesù, disteso in preghiera ed in agonia ai piedi del Monte, nel Getsemani. Il sentiero opposto a quello percorso per il Getsemani, invece, porta a visitare la chiesa della Madonna del Granato, che secondo l’antica tradizione è stata costruita dopo l’apparizione della Madonna con il bambino in braccio ed un melograno nella mano. Nel 1836 il vescovo di Capaccio, Michele Barone, diede inizio alla sua costruzione sul Monte Soprano, per realizzare un punto di pellegrinaggio e culto. 

 

Basilica Paleocristiana

Ancora, nel comune di Capaccio Paestum, sorge nel sito archeologico di PAESTUM, in prossimità del Museo Archeologico di Paestum, LA BASILICA PALEOCRISTIANA, oggi dedicata alla santissima Annunziata. Le prime notizie dell’edificio si hanno a partire dal 1500, grazie ai resoconti scritti dai vescovi o dai loro preposti sullo stato della diocesi. Grazie agli ultimi restauri, sono venute alla luce le sue antichissime colonne, rimaste incorporate nel pilastro del rifacimento barocco per circa due secoli. Per trovare il suo pavimento originario si è dovuto scavare verso il basso di 2 metri. Per tale motivo, oggi si accede alla chiesa attraverso una scala. Nell’abside centrale è possibile ammirare alcuni frammenti di affreschi del XI secolo. All’interno presenta colonne di riuso provenienti dalla contigua area archeologica, una fonte battesimale in pietra di epoca antica e varie iscrizioni rinvenute durante i lavori di sistemazione e restauro della basilica. 

La Madonna di Costantinopoli

La Madonna di Costantinopoli, considerata da sempre la protettrice dei Pescatori. La leggenda narra che un’icona della Madonna fu ritrovata in mare da alcuni marinai dopo una tempesta. Portata sulla Terraferma la scelsero quale loro protettrice, edificando in suo onore una cappella nell’antico fortificato. In occasione di uno dei tanti attacchi al borgo da parte dei feroci predoni saraceni, la chiesa fu depredata con l’asporto di arredi e oggetti sacri.  La Madonna di Costantinopoli è rappresentata con la mano stesa sulla città in fiamme e ricorda l’incendio di Costantinopoli, una leggenda vuole che il mare, per intercessione della Vergine, si alzò fino a spegnere le fiamme, da qui probabilmente derivò il nome di Stella Maris. La statua attuale risale alla scuola del 600 napoletano e conserva una caratteristica unica, coerente con l’origine orientale del culto, la Vergine regge il bambino sul braccio sinistro secondo la tradizione bizantina. 

Certosa di Padula

La Certosa di San Lorenzo a Padula, è il più vasto complesso monastico dell’Italia meridionale nonché uno dei più interessanti in Europa. Dell’Impianto più antico restano nella Certosa pochi elementi. Tra questi si ricordano lo splendido portone della chiesa datato al 1374 e le volte a crociera della chiesa stessa. Seicenteschi sono gli interventi di doratura degli stucchi della chiesa, mentre gli affreschi e le trasformazioni d’uso di ambienti esistenti risalgono al Settecento. I Certosini lasciarono la Padula nel 1807,  allorché furono privati dei loro possedimenti nel Vallo, nel Cilento, nella Basilica, e nella Calabria. Le ricche suppellettili e tutto il patrimonio artistico e librario andarono quasi interamente dispersi. Dichiarato monumento nazionale nel 1882, la Certosa è stata presa in consegna dalla Soprintendenza per i Beni architettonici di Salerno e nel 1982 sono cominciati i lavori di restauro. 

QUOTE DI PATRECIPAZIONE 

Quota individuale di partecipazione                                   a partire da  

Supplemento singola                                                                                   

Bambini fino a 12 anni in 3° e 4° letto                                                        

Assicurazione obbligatoria (incluso annullamento viaggio)                 

 La quota comprende: 

-Tour CHIESE in Autobus GT 

-Sistemazione in Hotel 4* con trattamento mezza pensione (cena) 

-Prime colazioni 

-visite guidate indicate 

-ingressi come da programma 

-pranzi come da programma 

-Tasse, I.V.A. 

-quota di iscrizione 

Non comprende: 

-Supplemento per trasferimenti da/per stazioni FS o apt 

-Bevande, mance e quanto non indicato 

-Tasse di soggiorno 

DOCUMENTO RICHIESTO:

Carta d’identità in corso di validità

Per eventuali modifiche al programma, è possibile concordarle in fase di prenotazione

Il Tour è organizzato in collaborazione con l’Agenzia di Viaggi “Filo D’Arianna”

Le modifiche al programma possono essere concordate nella fase di proposta di gruppo

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close